I due spaghetti DUE dello Chef Antonino Cannavacciuolo

I DUE spaghetti DUE di Cannavacciuolo

da | 25 Ago 2017 | Vignette | 0 commenti

Io proprio non riesco a guardarla questa pubblicità.

Non tanto per la nota marca di pasta, che spesso uso più che volentieri, ma per il messaggio intrinseco, che va decisamente boicottato in quanto fortemente antimeridionale.

I DUE spaghetti dello Chef Antonino Cannavacciuolo

Che poi lo Chef stellato è pure di origini napoletane, di Vico Equense, nel cuore della Terra delle Sirene, e a certe richieste non dovrebbe neanche prestarsi.

Per principio!

Per campanilismo!

Pe’ famm’

E non lo capisco neanche dal punto di vista commerciale. Mi spiego.

Tu, cara Voiello (cara Barilla, per l’esattezza), devi vendere. Ma che messaggio è quello in cui in un piatto ci sono 7 spaghetti contati? Quanto dura un pacco da 500 gr se si cucina così?
E che spropositati cali di vendita dovresti sostenere se tutti seguissero l’esempio a cui il caro Chef Antonino Cannavacciuolo (ne sono convinto) è stato costretto?

Non è meglio una bella, classica, fumante, strabordante scafarèa come questa?

C’è da fare festa, altro che “a te ti piace il mare, eh?”… 🙂

Nota dell’Autore: Antoni’, io te voglio bben’, perché ti sei fatto da solo, perché sei uno Chef di prima grandezza (e non è una battuta!), e soprattutto perché sei un napoletano orgoglioso che porta ovunque la sua napoletanità. E proprio per questo so che ‘na risatella sott’ ‘e baff’ te la sei fatta, e so anche che oggi che è domenica, la sacra domenica meridionale, a casa tua se magna eccome! 🙂

Non me ne volere. Un tuo affezionato ammiratore.